allarme rosso su marte!

<div style=”text-align: justify;”>Buonasera. Alla luce degli <a href=”http://www.repubblica.it/2009/12/dirette/sezioni/politica/comizio-berlusconi/comizio-berlusconi/index.html”>ultimi accadimenti</a>, riproponiamo un <a href=”http://petarda.splinder.com/post/3856402″>pezzo di repertorio</a> risalente al 2001 d.C.<br />
<span style=”color: rgb(0, 0, 0);”><span style=”font-size: medium;”><br />
</span><span style=”font-size: large;”><span style=”font-family: Courier New;”>Dallo <em>Space Guardian</em>: </span><strong><span style=”font-family: Courier New;”>Allarme </span></strong></span></span><span style=”font-size: large;”><strong><span style=”font-family: Courier New;”><span style=”color: rgb(128, 0, 0);”>rosso</span></span></strong></span><span style=”color: rgb(0, 0, 0);”><span style=”font-size: large;”><strong><span style=”font-family: Courier New;”> su Marte!</span></strong></span></span><span style=”font-size: small;”><span><span style=”font-family: Courier New;”><br />
<br />
<img style=”margin: 0pt 10px 10px 0pt; float: left; width: 397px; height: 204px;” src=”https://detoni.files.wordpress.com/2009/12/f362a8d3f094d069087d1b8ccd5dc13c_medium.jpg&#8221; alt=”cav spockoni” /></span></span></span><span style=”color: rgb(0, 0, 0);”><span style=”font-size: small;”><span><span style=”font-family: Courier New;”>L’astronave ammiraglia Azzurra &egrave; atterrata ieri sul pianeta Marte, in seguito agli accordi intercorsi tra la diplomazia terrestre e quella marziana; l’incontro era finalizzato a una verifica preliminare per futuri insediamenti terrestri sul pianeta Marte, a scopo industriale e residenziale. </span></span></span></span></div>
<p align=”justify”><span style=”color: rgb(0, 0, 0);”><span style=”font-size: small;”><span style=”font-family: Courier New;”>La delegazione terrestre, composta dal Faccendiere Intercontinentale Berluskhan e dai suoi vice, Bosstik e Phinix, ha incontrato l’Imperatore&nbsp;T’Inkul e il Ministro degli Affari Interplanetari T’Inkiappett alle 25.70 (ora locale). Al momento dello sbarco,&nbsp;i tre terrestri sono stati accolti da un beneaugurante lancio di uova fermentate di Phetecks (un volatile marziano di considerevole stazza) e hanno prontamente ricambiato salutando la folla festante con il saluto convenzionale terrestre (il trifasico Corna, Saluto Romano e Ombrello, rispettivamente eseguito dal Faccendiere e dai due vice). La visita sul Pianeta Rosso &egrave; proseguita in un clima lieto e molto caloroso, talch&eacute; la carnagione di Berluskhan ha cominciato a sciogliersi e a colare sull’uniforme azzurra di rappresentanza, costringendolo a un anticipato ritorno alla sala estetica dell’astronave ammiraglia. Alcune ore dopo, munito di scafandro autoibernante, il Faccendiere Capo ha potuto supervisionare gli insediamenti urbani e produttivi della capitale planetaria, Martinia, e illustrare all’Imperatore T’Inkul e al Ministro T’Inkiappett i benefici delle politiche sociali ed economiche terrestri, grazie alle quali oggi un buon 0.0001 per cento della popolazione terrestre gode di rendite garantite da qui all’eternit&agrave;, per via delle riforme introdotte nei regimi fiscali e contrattuali continentali che hanno permesso l’utilizzo della manodopera planetaria a costo zero, con grande giovamento dell’economia mondiale; ha inoltre sottolineato l’aumento dell’aspettativa di vita virtuale, grazie all’introduzione del Free TV-Net in tutte le case, che permette allo 0.002 per cento della popolazione terrestre di rimanere a letto o in poltrona per tutta la vita, senza doversi esporre all’atmosfera e alla luce solare (letali, a causa dell’inquinamento, dell’effetto serra e del buco nell’ozono) o agli assalti delle bande terroristiche comuniste. <br />
Alla domanda del Ministro T’Inkiappett sulla sorte della restante percentuale di esseri umani, Berluskhan ha risposto con un gesto inequivocabile (Cuorna e Bicuorna), volto a significare la poca rilevanza di miliardi di terrestri (per lo pi&ugrave; comunisti) rispetto alla salvifica causa dell’Involuzione Pilotata del Genere Umano, di cui si pregia essere uno dei maggiori fautori. <br />
All’intenso scambio di vedute ha fatto seguito il pranzo diplomatico, durante il quale l’Imperatore T’Inkul ha spiegato alla delegazione terrestre di non essere interessato alla proposta iniziale di Berluskhan, in quanto le politiche sociali ed economiche marziane, basandosi sul baratto di merci, prestazioni, sentimenti ed idee, si presentano del tutto incompatibili con quelle terrestri. <em>Gli abitanti di Marte </em>- ha affermato – <em>dopo secoli di guerre che avevano quasi portato all’estinzione di ogni forma di vita sul pianeta, sono stati costretti a rivedere radicalmente i propri valori. Oggi, Marte non presenta razze sfruttate o schiavizzate, e tutta la popolazione ha raggiunto un’accettabile soglia di benessere</em>. Alla successiva offerta di Berluskhan di un kit gratuito per l’installazione di Free TV-Net Intergalaxy per l’Imperatore e la Sua famiglia, T’Inkul ha risposto che la televisione su Marte &egrave; stata bandita e ha chiesto con affettuosa partecipazione al Faccendiere Capo se e come avesse risolto il Conflitto di Interessi. In quella, il vicefaccendiere Bosstik &egrave; stato colpito da un violento singhiozzo; di fronte a lui, il Ministro Marziano per la Difesa Intergalattica, T’Accid, temendo un Attacco Batteriologico Salivare, ha attivato il dispositivo di Rimpatrio Coatto, e i tre terrestri sono stati riaccompagnati con la forza all’astronave Azzurra; a nulla sono valsi i tentativi di chiarimento di Berluskhan (<em>Ma… Mi consenta</em>!), ahim&eacute;, si teme, almeno in parte vanificati dalle grida dei due vice (Phinix: <em>Soluzione Finale! Gi&agrave; l’ora si avvicina!</em> Bosstik: <em>Ter&ugrave;n! Negher!</em>).</span></span></span></p>
<p style=”text-align: justify;”><span style=”color: rgb(0, 0, 0);”><span style=”font-size: small;”><span style=”font-family: Courier New;”>Al ritorno sulla Terra, nel suo discorso in Mondovisione, Berluskhan ha riferito che la missione esplorativa &egrave; stata sostanzialmente positiva, anche se per il momento le trattative sono in fase di stallo a causa dell’infiltrazione nella compagine governativa marziana di esponenti del subdolo Complotto Comunista Intergalattico. La questione sar&agrave; adeguatamente seguita&nbsp;dall’apposita nuova commissione presieduta da Don Burlesc&ograve;n, cugino del Faccendiere Capo, al quale non possiamo quindi che augurare: <em>per aspera ad astra</em>! Lasciamoli, con fiducia, lavorare.</span></span></span></p>

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cafonano, comunicazioni di servizio, italiano vero, pessimismo e fastidio, viaggi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...