Dovere di rettifica

Nei confronti dell’essere molesto di cui al post del 24 ottobre corrente anno.
Oggi, 14 novembre 2010, detto essere si è largamente emendato prestando assistenza a un signore orientale di nazionalità non specificata, non parlante italiano né inglese, e tradotto suo malgrado su un convoglio diretto a Torino pur dovendo, in effetti, andare a Milano. Mentre la controllora del convoglio gettava la spugna non riuscendo a farsi comprendere in alcuna maniera dal suddetto passeggero orientale, l’essere molesto, da ora in poi essere servizievole, spiegava più volte, in italiano, in inglese e a gesti, al signore orientale che a Chivasso avrebbe potuto prendere il regionale per Milano. Avendo infine dedotto che l’interlocutore continuava a non comprendere, e quindi presumendolo a rischio di equivocare nuovamente convoglio ferroviario, l’essere servizievole si accollava quindi il passeggero orientale, accompagnandolo egli stesso al binario giusto.
Rettifico pure un errore occorso a Kyoto, nell’aprile 2009. Quivi, in un’angusta ma accogliente magione, dal bagno dotato di copriwater in spugna rosa, dopo aver aperto una scatola piena di monete di tutti i paesi, compresi un paio di vecchi 100 lire, oh nostalgia!, oh bei tempi andati!, l’ospite ospitante dichiarava di voler conoscere i luoghi di provenienza delle ospiti ospitate. Davanti a un atlante, dopo aver gongolato nel vedere che l’unica città del Piemonte, oltre a Torino, risultava Casale Monferrato, gli ospiti tutti (ospitante e ospitate) constatavano addolorati che non v’era cartina, per quanto grande, in grado contenere Italia e Giappone, come si notava anche alla fine di questo nippost. Quale sorpresa quando, al ritorno in Italia, e per la precisione proprio a Casale Monferrato, la scrivente s’imbatte in una Piccola Pasticceria il cui logo rende giustizia all’amore che tutto può, almeno nei confronti dell’arido calcolo chilometrico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in esiti resistenziali, jappone, treni, viaggi. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dovere di rettifica

  1. Petarda ha detto:

    eh, lo diceva anche la mariella fionnoia! 

  2. RobySan ha detto:

    Come si cambia, da un post all'altro. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...